Dec 22 2008

Com’e’ che c’e’ la crisi ma sono tutti alle Maldive?

Leggo sul Corriere di oggi:

«È FINITA L’ERA DELLE VACANZE DELL’EFFIMERO»
«Crisi? Gli italiani riempiono i voli per Maldive e Caraibi»
Solo il 3% parte chiedendo un prestito.

Ma non c’era la crisi?

A volte fatico a capire…


Dec 20 2008

Natale?

Negli USA ci sono seguaci di tante religioni, e quando dico tante, intendo proprio tante, da quelle piu’ ovvie e conosciute nel mondo a cose da “mercatino rionale”.

Ovviamente, ogni religione ha le proprie festivita’ e ricorrenze, tante di esse capita che siano le stesse, chiamate con nomi diversi, ma tante sono a se stanti.

Probabilmente, se marcassimo un calendario con le ricorrenze di tutte le religioni che si possono trovare in giro, scopriremmo che il 75% dei giorni dell’anno si dovrebbe stare a casa dal lavoro, a commemorare questa o quella festivita’.

Questo e’ uno dei motivi per il quale, negli Stati Uniti, i dipendenti delle varie societa’ non hanno giorni di festa religiosa predefiniti, ma, solitamente, hanno tre giorni di “vacanze religliose” che possono allocare a loro piacimento durante l’anno, a seconda della religione rispettata.

Il secondo, non meno importante, motivo, e’ per evitare discriminazioni: se l’azienda chiude a Pasqua, che dicono, per fare un esempio, i dipendenti musulmani? 

Tutto secondo la grande logica di, almeno apparente, democrazia statunitense (si, lo so, su questo punto ci si potrebbe scrivere una biblioteca intera…).

Ma allora perche’ da inizio novembre a fine dicembre tutte le vetrine della maggior parte dei negozi appare cosi’:

Vetrina natalizia

Vetrina natalizia(per la cronaca: questa e' una FARMACIA!)(ok, urge un post sulle farmacie americane...)

E perche’ tutte le aziende chiudono a Natale? E perche’ tutti i supermercati, normalmente aperti 24 ore su 24, sette giorni su sette, chiudono a Natale? Non e’ forse discriminazione, la stessa che si voleva evitare con i giorni di vacanza “floating”?

Boh…