Jan 16 2013

Ti prendono in giro con innata disinvoltura

Son qui impegnato a riempire di piatti sporchi la lavastoviglie, in lontananza la televisione accesa sul TG5. Penso piu ai piatti da sistemare che non a quello che sta dicendo la Cesara quando una notizia fa scattare un interrupt nella mia testa. Credo di aver capito che stia parlando di tariffe Telecom, ma non ho capito il contesto esatto. Mi congedo temporaneamente dalle sudicie stoviglie, telecomando, torna indietro di trenta secondi e fammi capire cosa ha detto.

Telecom Italia annuncia tariffe semplificate per i telefoni fissi. Bon, ok. Ma perche’ il TG5 sta facendo indirettamente pubblicita’ ad una operazione commerciale di Telecom Italia e non annuncia allo stesso modo le nuove tariffe di Tiscali, Infostrada, Vodafone, TeleCippa, StruzzoPhone, etc? E gia’ qui mi piacerebbe avere una risposta che mai arrivera, ma tant’e’…

La notizia: tariffe semplificate, 5 centesimi al minuto sia verso i telefoni fissi che i telefoni cellulari. Tutto piu semplice, tutto piu’ facile. La Cesara poi conclude ricordando che prima le chiamate verso i mobili erano ben 9.9 centesimi al minuto e quelle verso i fissi 1.9.

No, come? Capisco la semplificazione delle tariffe, capisco pure che chiamare un cellulare costera’ meno, ma ci sarebbe anche quel piccolo dettaglio, fatto passare in tutta tranquillita’, dove una chiamata fisso verso fisso aumenta del 263%. No, sono piu di due volte e mezza il costo precedente, non esattamente una cosa trascurabile.

Vabbe’, diranno i miei venticinque lettori, ma in fondo, chi usa piu’ il telefono fisso? Per di piu’ per chiamare un altro fisso, roba dell’altro mondo!

Gia’, prova un po’ a pensare chi lo usa, io ci ho provato e a me vengono in mente il nonnino e la nonnina, gli anziani che non ne sanno nulla di cellulari e per loro il telefono e’ quello attaccato al muro nel corridoio. Quelli che con una pensione risicata ci devono pure mangiare. E poi ci sono quelli che magari non sono nonni, ma devono comunque stare superristretti e magari non hanno i soldi per un cellulare, hanno il telefono fisso in casa che gli basta e gli avanza per le necessita’ spiccie. Queste le mie considerazioni personali. Per restare scentifici, ecco numeri reali da una recente indagine sull’uso dei telefoni fissi inItalia appena scovata sulla rete: Il 69% delle famiglie italiane possiede un telefono fisso e il 49.8% ne fa un uso quotidiano. Alla domanda “perche’ usa il telefono fisso e non il cellulare”  la risposta prevalente e’ stata:” il costo decisamente inferiore delle tariffe fisso verso fisso, che consentono di effettuare lunghe telefonate a costi decisamente irrisori rispetto alle tariffe applicate dai cellulari”. Hmmmm. La telefonata media e’ di 14.3 minuti sul Fisso contro i 7.2 minuti del cellulare con punte di 17 minuti nel segmento teenager e 16 minuti nel segmento donne. Per quantificare, 14 minuti prima totalizzavano 26 centesimi e rotti, ora 70. Yeah. Principali utilizzatori del telefono fisso sono donne e over 65. Appunto.

Sorpresa! Da domani +263%!

Vergogna.

E lo fanno passare pure come un favore che stanno facendo alla comunita’, con una faccia da culo che ha dell’incredibile.