Oct 31 2008

Halloween

Odio Halloween. La trovo una ricorrenza snaturata del suo significato originale (come tutte le ricorrenze moderne…)

Sarebbe facile per me oggi parlare delle varie persone in costume che vedo in giro, come ad esempio il tipo vestito da morte con tanto di falce che prendeva il caffe da Starbucks oppure il mio manager che sta in questo momento alla sua scrivania a due metri da me vestito come Hiro Nakamura all’inizio della seconda stagione di Heroes, ma invece no.

All Hallows’ Even inteso come la vigilia del giorno di tutti i santi e’ il nome originale. Le origini risalgono a quando i Celti festeggiavano la fine dell’estate (Samhain, il capodanno celtico, letteralmente fine dell’estate in gaelico), o meglio la fine della stagione dei raccolti. Il 31 ottobre era la data nella quale, secondo gli antichi popoli, il confine fra vivi e morti si assottigliava e i morti potevano diventate pericolosi per i vivi perche’ portavano con loro malattie e carestie. Costumi e maschere venivano indossati per cercare di imitare gli spiriti cattivi, spaventandoli, per tenerli a distanza. La lanterna fatta con la zucca, tanto popolare negli Stati Uniti (jack-o’-lantern) e’, anch’essa, di origini europee. I popoli antichi credevano che la testa fosse la parte piu’ potente del corpo, contenente lo spirito e la conoscenza. La lanterna nasce dall’idea che i defunti vaghino per la terra con un fuoco in mano cercando di portar con loro i vivi. La zucca illuminata riproduce una faccia che fa paura, con un fuoco dentro e serve a spaventare questi morti vaganti.

Buuuuuu!


Oct 29 2008

Geocaching

Sono ormai passati anni dall’ultima volta che ho praticato un po’ di geocaching (come? cos’e’ il geocaching? qui ci sono tutte le informazioni). E, visto che mi serviva una scusa per rimettere a posto le biciclette ed avere uno scopo per uscire a pedalare un po durante i weekend (cosi’ magari riesco anche a tenere sotto controllo la pancia…), il geocaching mi sembrava la scusa ideale. Cosi ieri ho comprato un GPS portatile (il mio fido Garmin mi e’ stato rubato anni fa, pace all’anima sua) ed oggi io e Klo abbiamo provato a cercare le tre piu’ vicine a casa.

Sara’ che e’ passato davvero tanto tempo dall’ultima volta, sara’ forse il fatto che ormai era buio e stavamo cercando con la torcia per poter vedere qualcosa, sara’ per il fatto che non ho mai fatto geocaching qui negli States, ma su tre cache cercate non ne ho trovata neppure una.

Disarmante e scoraggiante, ma sono sicuro di rifarmi il prossimo weekend, con la luce e un sacco di tempo a disposizione. Ovviamente piovera’ 😀


Oct 27 2008

PZEV!

In un parcheggio oggi ho notato questa targhetta sul vetro una macchina:

Partial Zero Emission Vehicle

Partial Zero Emission Vehicle

Che cosa vorra’ significare? Che quando il motore e’ spento la macchina non inquina? 

Evviva! Pure la mia macchina allora e’ PZEV!

PS: No, non era un ibrido…

Oct 24 2008

Gomma sgonfia

Il computer di bordo della macchina mi fa gentilmente sapere che, secondo lui, una gomma e’ sgonfia, ma non e’ abbastanza gentile da comunicarmi quale delle quattro. Ad un primo esame visivo sembrano tutte a posto. Mi sono fermato a fare benzina, più per controllare le gomme che non per far davvero rifornimento, ma il manometro sul tubo dell’aria del benzinaio sembrava estrapolato da un film d’epoca, e mi ha dato solo una lettura generica, molto generica, che era più o meno dalle partì giuste. Il computer non ha cambiato idea, e io non so dove trovare un posto per controllare per bene la pressione, con un qualcosa che sia almeno stato prodotto nel secolo corrente. Mi sembra tanto stupido andare da un gommista solo per controllare la pressione, ma mi sa che non ho alternative.
Sempre che il computer non cambi idea durante la notte…


Oct 22 2008

Ufficio nuovo e stanze strane

Un paio di settimane fa, l’azienda per cui lavoro ha traslocato. Uffici nuovi in un palazzo nuovo. Devo dire che e’ meglio di quello che mi potessi aspettare, l’ambiente e’ decente, assolutamente non perfetto ma gradevole.

C’e’ ancora molto work in progress, stanze spoglie, uffici da arredare, cose che si spostano e arrivano all’improvviso.

Ieri camminavo in un corridoio, per andare verso la Flavia (che non e’ una collega, ma e’ la macchinetta del caffe’) e noto che una stanza, vuota fino a qualche ora prima e’ stata arredata. La porta e’ aperta e quindi non faccio fatica a guardare dentro. Il problema e’ che, ancora adesso, faccio fatica a capire il ruolo esatto che quella stanza dovrebbe avere, e cosa aveva in testa chi ha studiato l’arredamento:

 

La stanzetta misteriosa

La stanzetta misteriosa

Un telefono per terra e una sedia a dondolo in legno, dietro una parete tonda in vetro?

Sono aperte le scommesse…


Oct 21 2008

Che dire?

Iniziamo con un bel “buongiorno a tutti”, giusto per essere educati… 

Ogni tanto mi trovo da qualche parte a pensare cose, fra me e me, e mi dico “se avessi un blog questa la posterei”. E allora perche’ non fare questo piccolo sforzo e creare un piccolo stupido blog giusto per archiviare i miei pensieri? 

Sforzo fatto, blog pubblicato 😉

Non aspettarti grandi cose qui, come detto, sono solo pensieri messi in parole. Ma spero possano essere anche cose curiose per chi decidera’ di leggermi e interessanti spunti per altrettanto interessanti discussioni.

Benvenuto!